Lunedì, Febbraio 22, 2021

Milano, 22 febbraio 2021 – Dal 17 febbraio 2021 è on air sugli spazi IGPDecaux in metropolitana nelle città di Milano, Torino e Brescia la campagna istituzionale del MUSE - Museo della Scienze di Trento, tra le più importanti istituzioni di comunicazione della scienza italiane che, anche nel contesto pandemico che stiamo vivendo, sta continuando a proporre nuovi progetti e iniziative online. Il MUSE affianca alla vocazione scientifica un forte impegno culturale ed educativo con l’obiettivo di avvicinare il più possibile la scienza al pubblico, per renderla accessibile e comprensibile, quindi familiare e amica.

Da qui la scelta del motto “La scienza ci sorride”, accompagnata da una colorata ranocchia. Un messaggio volutamente leggero e simpatico, in un difficile periodo come quello che stiamo vivendo, che sottolinea come la scienza sia dalla parte dei cittadini, ci stia vicina, dialoghi con il mondo.

La media partnership tra IGPDecaux e il MUSE è il primo passo di una collaborazione che proseguirà nei prossimi mesi, a sancire la comunanza di valori e interessi che lega i due soggetti nella loro azione di comunicazione pubblica, in particolare l’impegno verso la sostenibilità e le relative azioni di promozione e disseminazione.

 

Il MUSE ha previsto, durante il 2021, una serie di azioni incentrate sul tema dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU, uno dei pilastri della programmazione museale.

Il Museo delle Scienze di Trento, oltre ad aderire fin dalla sua nascita all’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), è coordinatore del gruppo di lavoro sulla sostenibilità di ICOM Italia (International Council of Museums) e referente della comunicazione dell’Agenda 2030 della Provincia Autonoma di Trento. È inoltre impegnato direttamente nella promozione della sostenibilità, come testimonia il bilancio annuale di sostenibilità con cui rendiconta il proprio agire in funzione dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU.

Lo scorso ottobre, in occasione del Festival dello sviluppo sostenibile ASviS, è stato nominato ente capofila di "Museintegrati", un nuovo progetto di ricerca in ambito museale ai fini dell'attuazione della Strategia, che coinvolgerà una trentina di musei e istituzioni culturali italiani. Il progetto ha vinto il Bando del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), che finanzia i progetti in linea con la Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS). Il MUSE è l’ente capofila del progetto che conta tra i suoi partner ICOM Italia e ANMS (Associazione Nazionale dei Musei Scientifici).

 

IGPDecaux fa parte del Gruppo JCDecaux che aderisce al Patto Mondiale delle Nazioni Unite (Global Compact) relativo ai diritti umani, al lavoro, all'ambiente e alla lotta alla corruzione, al RE100 Climate Group per l’utilizzo esclusivo di fonti rinnovabili e al conseguimento degli SDGs.

La sostenibilità, infatti, è al cuore della mission del Gruppo JCDecaux, che ha inventato il concetto di Arredo Urbano Pubblicitario basato sui principi dell’economia funzionale e dell’eco design per dare ai cittadini e alle società di trasporti servizi utili e sostenibili, senza impattare sulle finanze locali o sui contribuenti. Lo stesso Renzo Piano che ha firmato l’architettura del MUSE ha collaborato in passato con il Gruppo Decaux proprio per realizzare elementi di Arredo Urbano.

IGPDecaux ormai da anni ha intrapreso il percorso di una crescita sostenibile rispettosa di persone e ambiente attraverso il continuo miglioramento dei propri processi per ridurne l’impatto ambientale sia con azioni concrete nella quotidianità sia con la pianificazione di una road map della sostenibilità che coinvolga i propri dipendenti ed i propri stakeholders. 

 

L’impegno per la sostenibilità per IGPDecaux passa quindi dall’azione nel quotidiano ma anche dal sostegno a progetti e realtà di eccellenza che come il MUSE pongono la sostenibilità al centro di un percorso di comunicazione, informazione e formazione culturale.

 

La nuova campagna di media partnership sarà diffusa, oltre che fisicamente nelle metro di Milano, Torino e Brescia, anche sui canali online del MUSE (Facebook: @musetrento – Instagram: @museomuse – www.muse.it).